IMPORTANTE!!

Spesso ricevo richieste di informazioni sulle mie creazioni attraverso i commenti, ma non mi lasciate un recapito a cui poter rispondere ed io non so come fare! Per raggiungermi ed avere la certezza di ricevere una mia rapidissima risposta, utilizzate il modulo contatti che si apre cliccando sull'icona del topolino Diddl con la corona in testa e la penna in mano: la trovate qui a sinistra nella sidebar! Grazie, vi aspetto!!



sabato 19 agosto 2017

Il set patchwork arancione e rosa per Carola

 
Come vi avevo anticipato in uno degli ultimi post, oggi vi faccio vedere un altro set della serie "abbinamenti coraggiosi"! E' arrivato a destinazione questa settimana ed è una delle mie creazioni più recenti: il set per Carola in arancione e rosa!
 
Quando la mamma della bimba mi ha chiesto di accostare questi due colori sono rimasta un po' perplessa e gliel'ho detto, inoltre dovevo conciliare anche la presenza di due animali differenti, che piacevano entrambi a Carola.
Dopo il solito intenso scambio di mail e vista la composizione "simmetrica" del set, abbiamo concordato di fare una coppia di spugne di uno colore e con uno dei due animali e l'altra coppia di spugne con l'altro colore ed animale, riunendoli solo sul sacchettino e sul portabavaglino.
Ecco il risultato finale:
 
 
Come stoffa per lo sbieco la scelta è ricaduta sul pois: rosa per bavaglino ed asciugamano con il cane...

 
...ed arancione per la coppia con il cavallo:

 
I miei 2 colori neutri preferiti, bianco e beige, mi hanno aiutata a mediare fra rosa ed arancione, che ho unito nella bustina portabavaglino con chiusura in velcro adatta ai bambini...

 
...ma soprattutto nel sacchettino patchwork, dove compaiono il cane, il cavallo ed anche le due stoffe, e mi sembra che non cozzino nemmeno troppo!

 
Come Mokacharm un cuoricino patchwork con il nome della bimba scritto con un punto macchina:

 
Nonostante le mie perplessità iniziali, alla fine sono stata contenta di uscire dalla "confort zone" e sperimentare anche questo accostamento ed ho constatato che quando l'occhio ci si è abituato può trovarlo anche gradevole! Voi che ne pensate?

mercoledì 16 agosto 2017

Spunti da una mamma educatrice: il cassetto dei materiali


Ciao! Siete tutti in vacanza? Io sono nel bel mezzo del mese di ferie lontano dal lavoro in asilo, ma la formazione è quella ed avendo per casa due bambine spesso mi ritrovo a riportare sotto il mio tetto cose che faccio o mi piacerebbe fare anche in asilo.
Ho pensato quindi, dato che a volte mi è stato chiesto consiglio in merito, di dare il via a questa nuova "rubrica" per darvi qualche spunto sul come/cosa fare con e per i bimbi, in particolare per quelli più piccoli, ma che suggerisco anche fino alle elementari.
 
Approfittando del riordino totale della cameretta delle gemelle fatto ieri, voglio parlarvi di quello che noi abbiamo chiamato "cassetto dei materiali".
Si tratta di un cassetto che si estrae da sotto il letto e quindi alla loro libera portata: dentro ci ho messo dei contenitori di plastica che ci stanno proprio perfetti e che altro non sono che le vaschette (ovviamente lavate) che mi danno al ristorante per trasportare i cibi da asporto senza sporcare l'auto. In commercio esistono comunque vaschette di plastica più o meno delle stesse dimensioni, o se volete fare riciclo come me, anche delle normali scatole da scarpe o da camicie si adattano perfettamente allo scopo. Non metteteci i coperchi, perché tutto deve essere immediatamente visibile a colpo d'occhio.
 
Ecco qui come si presenta dall'alto:

 
Gli elementi a disposizione sono diversi per forma, colore, dimensione, materiale, ma comunque non c'è una regola fissa: l'importante è che non siano "strutturati", ossia che non abbiano un uso già definito e lascino invece spazio alla libertà di utilizzarli come la fantasia suggerisce, senza che ci sia un giusto o sbagliato.
Potete metterci quello che volete e che riuscite a reperire: nel mio caso ho messo a disposizione dei bastoncini di legno (dei gelati  e del giapponese)...

 
...le conchiglie della pescheria da asporto e delle nostre vacanze...

 
...alcuni bastoncini, coperchi e tappi di plastica e più sotto alcuni dischi di cartone recuperati dalle torte di compleanno:

 
A proposito della plastica ci tengo ad esprimere il mio parere, che probabilmente va un po' controcorrente con il pensiero di tanti altri: nei corsi di formazione che frequento, ultimamente sento speso osannare i cosiddetti "materiali naturali" a scapito di quelli di plastica, ma secondo me c'è molta confusione sulla differenza fra materiale naturale e materiale non strutturato.
Quando si parla di materiale naturale a me viene subito in mente il legno, però dal punto di vista educativo non vedo alcuna differenza fra un giocattolo in legno ed uno in plastica (anzi, volendo ben guardare a volte le vernici usate per dipingere il legno sono peggio del gioco di plastica)...se ci sono dei tasti da premere, il bambino solo quello può fare in entrambi i casi. Personalmente preferisco proporre una scatola di tappi di plastica colorati piuttosto che un'automobilina di bambù.
 
Io credo che la ricchezza per un bambino si trovi in tutti quei materiali, siano di origine naturale come non, che invece danno la possibilità di creare accostamenti, abbinamenti ed attività sempre diverse e quindi ben vengano le pigne, i rametti, i sassi, le foglie, le conchiglie, ma anche i tappi dei vari flaconi o degli omogeinizzati, vecchi cd, rondelle o bastoncini di metallo, rotoli di cartone (dello scotch, della cartigienica, della pellicola...), o ancora vecchi negativi fotografici, carte trasparenti e colorate di caramelle...

Ecco allora che nelle nostre varie scatole compaiono anche le gocce colorate di plastica: a volte sono pesciolini, altre volte delizie da mangiare, altre volte semplice colore da distribuire sulla tavolozza...l'immaginazione vola e questo per me significa aver raggiunto lo scopo!

 
Ho messo in questo cassetto anche le costruzioni di legno con viti e bulloni perché le mie bimbe, che orami hanno 6 anni e mezzo, potessero misurarsi anche con qualcosa di assemblabile su 3 dimensioni:

 
Infine una serie di materiali che potrete lasciare a disposizione dei bimbi più grandini, ma che dovrete regolamentare per i più piccoli, se non volete trovarli in giro dappertutto rischiando di pentirvi di averli proposti: trattandosi di alimenti che alla lunga potrebbero attrarre gli insetti, io li ho sigillati in contenitori a chiusura ermetica e vi consiglio vivamente di fare altrettanto, recuperando ad esempio i secchielli dello yogurth da kilo o le vaschette del gelato o ancora i barattoli del caffè.
 
 
Dentro ci ho messo: un mix di riso, orzo ed altri cereali, la pastina colorata che abbiamo fatto io e le bimbe qualche anno fa, alcune noci e castagne matte, perline di plastica e lenticchie secche.
 
 
Le gemelle si divertono moltissimo con questo cassetto pieno di piccoli tesori ed inventano ogni volta attività sempre nuove. Di tanto in tanto aggiungo o sostituisco qualcosa in base a quello che mi capita fra le mani e poi sto a guardare in silenzio cosa succede: se proverete vi accorgerete che i bambini si inventano abbinamenti che noi adulti mai immagineremmo e vi stupirete della loro grande capacità di risolvere i problemi in modo per niente scontato ed a volte molto più ingegnoso del nostro!
 
Come spunto pratico aggiungo che io ho scelto per questo cassetto quasi tutti materiali lavabili in lavastoviglie, non avendo né il tempo né la voglia di lavarli a mano. Trattandosi di un cassetto che sta sotto al letto in cameretta, ho evitato anche materiale deperibile o troppo sporchevole (pigne, rametti, sassi...) e tutta la parte di carte, cartoncini, nastri vari che sta in un altro cassetto, ma voi non scordatevi di proporla almeno di tanto in tanto!
 
Spero che questo post vi possa essere utile e se vi fa piacere lasciatemi un commento per dire cosa ne pensate!
 

lunedì 14 agosto 2017

Nuovo set ambientato per Emmalaura con il suo contrassegno: la conchiglia

 
Nel bel mezzo della mia solita sfida estiva contro il tempo, che mi vede impegnatissima a terminare entro fine mese tutti i set che mi sono stati chiesti per settembre, voglio farvi vedere un set appena consegnato per una bimba che ormai da qualche anno porta le mie creazioni con sé all'asilo. Il primo set che ho realizzato per lei lo trovate qui, mentre nel secondo ritroverete la stessa conchiglia blu, il suo contrassegno, che mi è stato chiesto di mettere anche stavolta.
Per questa nuova annata Emmalaura voleva 2 nuovi bavaglini e le richieste erano queste: il nome ricamato in lettere maiuscole, dato che lei comincia a saperlo leggere da sola, rosa e fuxia come colori, un'ambientazione e se possibile l'aggiunta di un cavalluccio marino e di paletta e secchiello.
 
La progettazione non è stata semplicissima, perché non volevo farli uguali, però bisognava che trovassi un senso all'accostamento e che mantenessi un minimo di proporzioni fra i vari disegni ricamati...alla fine ho optato per una collocazione subacquea ed una sulla spiaggia e questo è stato il risultato, apprezzatissimo da mamma e bimba:
  
 
Nel primo bavaglino, con sbieco rosa a pois e con la stessa stoffa in negativo la mia lunetta salvagola (già messa nei set precedenti e che la mamma ha assolutamente rivoluto, dopo aver naturalmente aggiornato la misura del girocollo, che nella mia craft-mansarda viene sempre calcolata sulle misure del bimbo/a), ho rappresentato un paesaggio sommerso, con le onde in cui nuota un cavalluccio marino ed il fondale sabbioso dove ci sono le alghe cullate dalle onde e la conchiglia blu.

 
Nel bavaglino fuxia invece riemergiamo dal fondale ed eccoci sul bagnasciuga, con le onde che attaccano il castello di sabbia appena costruito con paletta e secchiello e la conchiglia che invece se ne sta poco più in là sulla spiaggia.

 
Come vedete mi piace che i miei set ambientati raccontino una storia, sollecitino la fantasia dei bambini, possano essere il punto di partenza per storie sempre diverse: il cavalluccio marino troverà una perla dentro la conchiglia? Ed il castello di sabbia riuscirà a resistere all'attacco delle onde? Magari dentro c'è un esercito di granchietti che uscirà a costruire un fossato per difenderlo?....Cara Emmalaura, sono certa che tu ci saprai dare tutte le risposte!!

giovedì 10 agosto 2017

Set asilo con la tradizione vinicola di famiglia: l'uva bianca e nera di Emilio


La maggior parte delle volte la scelta dei ricami da fare sui miei set deriva dai gusti dei bimbi, dalle preferenze delle mamme, dal contrassegno assegnato dalla scuola, a volte anche solo dal caso...ci sono occasioni invece in cui mi viene chiesto di fare dei corredini con il tema della tradizione di famiglia, sia essa legata ad uno sport, una passione oppure, come in questo caso, ad un lavoro.
Emilio appartiene ad una famiglia che produce vino e la sua mamma mi ha chiesto di riassumerlo in un tris composto da bavaglino, asciugamano e sacchettino per l'asilo. 

 
Essendo io completamente astemia ed essendo quindi la mia cultura nel campo estremamente limitata, non è stato così immediato per me decidere come approcciare il tema!
Alla fine però abbiamo concordato di ricamare un grappolo di uva nera sul bavaglino con lunetta salvagola...

 
...uno di uva bianca sull'asciugamano rettangolare...

 
...ed infine, trattandosi comunque di un set asilo per un maschietto, un bel trattore sul sacchettino verde!

 
Cosa abbinare come Mokacharm al trattore? Ma certo: la chiave per accenderlo!! Eccola qui con il nome ricamato e so che Emilio ha molto gradito!!

 

martedì 8 agosto 2017

Il set asilo ricamato con gli animali preferiti di Sofia


Come al solito cerco di inserire, fra i set più recenti, anche quelli realizzati ormai da qualche mese, per non dire da qualche anno, che secondo me meritano di essere mostrati. E' il caso del set per Sofia, tutto in fuxia e composto da 5 pezzi, perché come avrete intuito, ogni scuola chiede un corredino diverso sia come numero sia come tipo di pezzi e quindi lascio ad ognuno la libertà di comporlo secondo le proprie esigenze e/o preferenze.

 
Il primo dei 3 bavaglini ha il ricamo della rana, un disegno digitalizzato da me:

 
Nel secondo ho messo l'orsetto, supertenero e coccoloso...

 
...mentre nell'ultimo il delfino. Per tutti e 3 mi è stata chiesta l'aggiunta della mia "lunetta salvagola", realizzata con la stoffa in negativo rispetto allo sbieco e cioè bianca a pois fuxia:

 
Nell'asciugamano ecco spuntare uno dei miei ricami preferiti, quello del pesciolino in applique:

 
E per contenere il tutto un bel sacchettino a fascia con la farfalla e come Mokacharm un fiore con ricamato il nome di Sofia:
 

sabato 5 agosto 2017

Il set asilo fatto a mano per Valentina: fuxia e giallo con il ricamo degli animali del mare


Il set che vi faccio vedere oggi è uno della serie "abbinamenti coraggiosi" (ne vedete un altro qui e ne sono in arrivo altri che sto producendo proprio in questi giorni), nel senso che mi sono stati chiesti nello stesso set 2 colori che istintivamente io non avrei accostato...anche se poi devo dire che tutto sommato il risultato non è stato poi male!

 
Il set comprendeva 2 bavaglini con sbieco a pois: uno giallo con un pesce tropicale...
 
 
...e l'altro fuxia con il delfino:
 
 
Nuovamente in giallo la tovaglietta americana tutta trapuntata con il cavalluccio marino...

 
...ed infine la bustina portabavaglino e/o portatovaglietta con il bottoncino a pressione, il pesciolino e l'unione dei 2 colori:


L'ho fatta più grande del normale, in modo che ci potessero stare più bavaglini stesi oppure la tovaglietta piegata a metà.


giovedì 3 agosto 2017

Da maglietta a sacchettino per i giochi: come riciclare le magliette piccole dei vostri bimbi

 
Le vacanze sono finalmente iniziate anche per me ed anche se come ogni anno sono sommersa dalle richieste di set asilo per settembre, ho cercato ugualmente un ritaglio di tempo -perché questo serve, non di più- per un lavoretto  di riciclo veloce per le mie bimbe.
Avevo queste 2 magliettine di Peppa Pig, acquistate in un periodo di crescita esponenziale delle gemelle e quindi utilizzate molto poco: come poterle recuperare per sfruttarle ancora un po'?
 
 
Semplice: in quattro e quattr'otto le ho risvoltate a rovescio, ho tagliato via maniche e colletto, ho cucito l'orlo in alto e poi ho cucito i lati ed il fondo, il tutto ad occhio senza misure e senza troppe pretese di precisione. Ho poi rigirato sul dritto, passato il cordoncino et voilà, 2 bei nuovi sacchettini di Peppa che le bimbe hanno subito adibito a portagiochi!

 
Spero che questa idea possa essere da spunto per altre mamme che come me hanno una pila di magliette piccole e tanti giochi da tenere in ordine, oppure a chi ha una maglietta a cui per qualche motivo è affezionato, ma che non è più indossabile...adesso avete un alibi per non dovervene separare!!
 

martedì 1 agosto 2017

Set asilo con il colore della classe n°2 per Christian


Come accennato nel post precedente, il set che avevo realizzato per Christian è piaciuto ed ha anche svolto bene il suo compito, tanto che a distanza di 1 anno di tempo la mamma del bimbo mi ha ricontattata per chiedermi di integrarlo con altri pezzi coordinati, sempre tenendo fisso il colore della sua classe, l'arancione ed uno dei 2 personaggi che avevo ricamato su bavaglino ed asciugamano, ma variando le stoffe e le fantasie.

 
Ho realizzato un sacchettino a fascia  con Paperino, utilizzando la stoffa a pois...

 
...poi una shopper con la stoffa a quadretti, che essendo leggermente più sostenuta si prestava meglio...
 
 
...infine con il tessuto in tinta unita ho fatto sacchetto piccolino, da usare come portacalzini antiscivolo, o portaciuccio:
 

Naturalmente ogni sacchettino aveva il suo Mokacharm, tratto distintivo delle mie creazioni: 2 stelline ed una zampetta da papero, ciascuno con il nome scritto!