IMPORTANTE!!

Spesso ricevo richieste di informazioni sulle mie creazioni attraverso i commenti, ma non mi lasciate un recapito a cui poter rispondere ed io non so come fare! Per raggiungermi ed avere la certezza di ricevere una mia rapidissima risposta, utilizzate il modulo contatti che si apre cliccando sull'icona del topolino Diddl con la corona in testa e la penna in mano: la trovate qui a sinistra nella sidebar! In alternativa potete scrivermi direttamente all'indirizzo che trovate sopra a Diddl. Grazie, vi aspetto!!






mercoledì 2 maggio 2018

L'anno scolastico si avicina al termine: è tempo di regali per le maestre!

 
Care mamme e papà, maggio è iniziato ed anche se la fine della scuola non è ancora un evento che tutte consideriamo, in realtà manca solo 1 mese a giugno, il che significa che se siete fra quelli che desiderano lasciare alle maestre un ringraziamento o un ricordo dei vostri bimbi, è tempo di attivarsi, soprattutto se cercate un'idea originale, personalizzata ed handmade come le mie!
 
La mamma di Giulia, la stessa bimba per cui ho poi realizzato il set asilo che vi ho già fatto vedere qui, l'anno scorso con i mega regali che ha pensato per le maestre, le cuoche ed alcuni amichetti del nido della figlia a mio parere deve aver proprio lasciato il segno nel loro cuore, non solo per il valore e la quantità di regalini donati a ciascuno, ma anche per l'attenzione che ha voluto dedicare ai particolari ed alla personalizzazione di ognuno di essi...nella mia scuola ad esempio non ci siamo molto abituate...a dire la verità se dopo un anno intero sentiamo un grazie a voce è già tanto!!
 
 
Personalmente dopo diversi anni al nido  i "regalini" che più mi hanno toccato e che ricordo a distanza di tempo sono i bigliettini con delle frasi pensate apposta per me e i disegni dei bimbi: non è necessario spendere una fortuna secondo me, ma visto lo strettissimo rapporto che abbiamo con bimbi e famiglie (pur non volendo assolutamente sostituirci ai genitori, è un dato di fatto che i piccolini passino più tempo con noi che con loro e quindi il legame che si crea è decisamente "famigliare" e spesso siamo noi ad assistere ai primi passi, alle prime paroline, a tante prime volte...anche se volutamente non lo diciamo per non togliere tale soddisfazione a mamma e papà!) a volte ci piacerebbe essere salutate anche con un gesto "concreto" (ripeto, un bigliettino scritto a mano e "sentito" sarebbe il top!) e non solo "scaricate" perché non serviamo più. Insomma, ricordatevi che anche noi educatrici/maestre ci affezioniamo ai bimbi e li portiamo nel cuore, quindi non sottovalutate il nostro dispiacere nel lasciarli senza poter più sapere che strada prenderanno o cosa diventeranno nella vita!!
 
Tornando a chi desidera investire qualcosa in più per dimostrare il proprio affetto e riconoscenza, ecco qualche proposta da parte della me creativa: prima di tutto ho cucito 11 bamboline angioletto, profumatissime perché contengono dei fiori di lavanda, con il vestitino di colori/fantasie diversi, l'iniziale del destinatario ricamata a macchina ed una coccinellina di legno applicata alla sciarpina. Questi angioletti sono alti una quindicina di cm e noterete che per la prima volta li ho realizzati anche in versione maschietto (le 2 con i capelli scuri), dato che erano destinate a due amichetti di Giulia:
  
 
Per le maestre e le cuoche ecco anche i segnalibri di stoffa, ricamati a macchina su jeans scuro in modo da far risaltare le applicazioni che riprendevano la stessa stoffa del rispettivo angioletto. La frase "Grazie per avermi aiutato a crescere" ed il nome della bimba ricamato sul cuoricino, erano ovviamente personalizzabili, come in realtà anche i disegni stessi (in questo caso coccinella e cuoricino), infatti qui sotto vedete anche un'alternativa con fiorellino e frase in inglese sull'amicizia:

 
Ogni segnalibro aveva poi l'iniziale della destinataria ricamata a macchina ad effetto pizzo: sono talmente fitti che rimangono rigidi, pur essendo traforati...e come tutte le mie creazioni (se mai dovesse servire) sono lavabili! I colori sono coordinati con il resto, quindi ne ho associato uno ad ogni maestra/cuoca.

 
Anche per i gufetti, utilizzabili come profumacassetti perché anch'essi ripieni di lavanda, ho coordinato colori e fantasie:
 
 
Ciascuna delle educatrici aveva poi un sacchetto di jeans portatutto, con applicata la propria iniziale e che richiamava le stoffe degli altri regalini, inoltre 3 roselline di tessuto fatte a mano:

 
Ecco qui sacchetti, segnalibri, angioletti e gufi con l'aggiunta dei bigliettini (handmade come tutto il resto), e più sotto i vari regalini "assemblati", cioè quelli per le educatrici tutti dentro il sacchetto e gli altri impacchettati con del cellophane trasparente e nastrino di stoffa e tutti con il loro bigliettino o tag:


Come vedete, trattandosi di regali, ho applicato la mia etichetta sul retro perché trovo sia giusto valorizzare anche l'handmade e far fare bella figura a chi mi ha scelta!
 
 
Per finire ecco i bigliettini, realizzati con una semplice sovrapposizione di cartoncini e carte, baker twine, fustelle, timbri ed acquerelli:

 
Mi è stato detto che le educatrici, le cuoche ed i bimbi hanno molto apprezzato tutti i regali e personalmente ringrazio per il riconoscimento la mamma di Giulia a nome di tutte quelle educatrici che spesso vengono immaginate come "parcheggiatrici" di bambini, ma che invece nascondono dietro al loro sorriso una responsabilità enorme (anche rispetto allo stipendio percepito!), tante ore extra di formazione continua, spesso una laurea, tantissima pazienza, giornate (e nottate) passate ad interrogarsi su quali siano le strategie migliori da mettere in atto con bambini e/o genitori "difficili", tanta fatica ed un lavoro di progettazione/verifica/scartoffie pari a quello scolastico però con il solo mese di agosto come ferie ed orari che oscillano fra le 7.30 e le 18, più le serate ed i sabati di riunione e/o aggiornamento!!
 
Spesso siamo anche mamme costrette a lasciare a casa i nostri bimbi ammalati perché sappiamo che un'educatrice assente manda in tilt un asilo (soprattutto se privato), a rinunciare alle loro feste di Natale o fine anno perché magari la data coincide con quella della scuola in cui lavoriamo, dobbiamo ricorrere a servizi di anticipo e posticipo scolastico e babysitter varie perché si comincia all'alba e non si sa mai con certezza se si riesce a rispettare il proprio orario di uscita...insomma, cari genitori, la prossima volta che ci incontriamo a scuola, quando ci guardate cercate di vedere oltre al nostro sorriso anche la persona e la professionalità...e di dare/riconoscere il giusto peso al nostro ruolo nella formazione e nella crescita (emotiva, psicologica, cognitiva, relazionale e tanto altro) dei vostri piccoli tesori, che va ben oltre al cambiare pannolini, offrire lo spazio e tutelare l'incolumità!
 

Nessun commento:

Posta un commento