IMPORTANTE!!

Spesso ricevo richieste di informazioni sulle mie creazioni attraverso i commenti, ma non mi lasciate un recapito a cui poter rispondere ed io non so come fare! Per raggiungermi ed avere la certezza di ricevere una mia rapidissima risposta, utilizzate il modulo contatti che si apre cliccando sull'icona del topolino Diddl con la corona in testa e la penna in mano: la trovate qui a sinistra nella sidebar! Grazie, vi aspetto!!



venerdì 12 agosto 2016

In cucina con le gemelle: ghiaccioli di yogurt velocissimi!


Estate, tempo di caldo e di voglia di gelato...ma anche di cose salutari e gustose...
Le mie bimbe amano la frutta e lo yogurt e quindi non ho bisogno di convincerle perché ne assumano regolarmente, ma in agosto, avendo più tempo (e più caldo!) del solito, mi piace proporre loro delle merende almeno in apparenza alternative.
Unendo l'utile al dilettevole -e specifico che non ho inventato niente di nuovo- faccio dei gran frullati e con gli stampini appositi li trasformo in ghiaccioli da offrire a merenda o come dessert: va bene che ho detto che le gemelle amano la frutta, ma volete mettere quanto più speciale è sotto forma di ghiacciolo?!? Inutile rispondere: tutto un altro sapore!!
 
Non sempre però ho voglia di mettere in moto gli attrezzi della cucina per 6 piccole porzioni, allora dirotto sul ghiacciolo di yogurt, per il quale devo sporcare solo 1 cucchiaino...oppure 2 e mezza tovaglia se -come in questo caso- lascio che le piccole cuoche li preparino da sé!!
 
Non esiste ricetta, nel senso che basta avere degli stampi come quelli che vedete qui sotto e dello yogurt. Noi con 1 vasetto facciamo 2 ghiaccioli, quindi ne usiamo 3 x tutti questi stampi:
 
 
Ispirata come spesso avviene dal metodo montessoriano, lascio che trovino da sole il modo di organizzarsi e cerco di non intervenire nemmeno quando vedo che metà yogurt esce dallo stampo: avranno magari un ghiacciolino un po' meno ricco, ma sicuramente molto più buono per il gusto di aver fatto tutto da sole!

 
 
Gli assaggi fra una cucchiaiata e l'altra sono inevitabili, ma quando l'ingrediente è salutare, nessuno ha da ridire, anzi!!!

 
Lasciate libere di fare, pur con un incarico così semplice e lineare, emergono le caratteristiche di ognuna: la metodica procede cucchiaino dopo cucchiaino, l'altra più frettolosa tenta la via del travaso diretto...mentre lavorano per raggiungere lo scopo affinano le competenze motorie, la concentrazione, la capacità di collaborare e mille altre cose, ma imparano anche che non esiste un sistema giusto o sbagliato (almeno in questo caso), ma anzi possono trovare quello più adatto a loro o alle loro idee.
 

Se si sentono responsabilizzati i bambini mettono spontaneamente tutto l'impegno che possono e vedrete quanto tempo impiegheranno per fare bene!! La suggerisco infatti anche come attività vera e propria da fare con i bambini, indipendentemente dallo scopo finale!
Personalmente insegno loro a risistemare, mettendo a lavare le cose nel lavandino, gettando gli scarti in pattumiera (sono espertissime di raccolta differenziata) e togliendo briciole o pastrocchi ovviamente per quanto possono: iniziare e concludere interamente un'attività da sole non solo è educativo, ma le fa sentire capaci "come un grande".


Qualche ora di freezer e la merenda è pronta da gustare, e si può anche fare il bis!!


Consiglio di provare questa "ricetta" non solo per aggiungere un tocco di novità alle merende estive, ma anche come sistema per invogliare i bimbi più restii ad apprezzare lo yogurt o il frullato di frutta.
 

Nessun commento:

Posta un commento