IMPORTANTE!!

Spesso ricevo richieste di informazioni sulle mie creazioni attraverso i commenti, ma non mi lasciate un recapito a cui poter rispondere ed io non so come fare! Per raggiungermi ed avere la certezza di ricevere una mia rapidissima risposta, utilizzate il modulo contatti che si apre cliccando sull'icona del topolino Diddl con la corona in testa e la penna in mano: la trovate qui a sinistra nella sidebar! Grazie, vi aspetto!!



giovedì 16 settembre 2010

Di rientro dalle vacanze toscane!

Ciao! Rieccomi dopo quasi 2 settimane passate in Toscana ed una a cercare di risitemare casa dopo aver imbiancato! Negli ultimi giorni sono stata davvero impegnatissima, ma prima di riprendere con il solito tran tran voglio fissare nel blog qualche ricordo di questa estate, con qualche "cartolina" che mando virtualmente a tutti quelli che passeranno di qui!
Settembre è un bel mese per andare al mare: meno gente, meno traffico, meno code, prezzi leggermente più bassi...però la luce per scattare le foto non è sempre l'ideale: dovrete accontentarvi di queste...
Durante il viaggio ci si accorge subito quando si arriva in Toscana: non ho ancora ben capito in cosa, ma il paesaggio cambia e lo si riconosce a prima vista, almeno per chi come me arriva dal Nord, dove i colori e gli spazi sono diversi. Come lasciarsi sfuggire la classica fila di cipressi sopra le colline? E' forse lo stereotipo più diffuso delle immagini di questa regione, assieme al campo di girasoli, che però erano ormai già tutti sfioriti (peccato!).
Le nostre giornate si dividevano equamente fra lunghe nuotate al mare e gite nei vari paesini arroccati sulle colline del primissimo entroterra fra Livorno e Piombino: stradine in salita (che fatica con il pancione!), case di pietra beige chiaro tenute benissimo, ogni tanto qualche scorcio particolare e la vista costante sul mare, l'isola d'Elba e la Corsica che ho scoperto essere vicinissima.
In due paesini diversi ho scattato quasi la stessa fotografia: che fossero lanterne o vasetti, erano sempre 5, di tutti i colori e ben disposti sul davanzale di una finestra... guardate che carini! E poi vi giro il consiglio dispensato da una meridiana davvero saggia: Sulle finestre i vasi erano sempre fioriti e le stradine erano quasi tutte occupate da giardini recuparati creando macchie di colore con tantissimi vasi affiancati l'uno all'altro fuori dalle porte di entrata! Per la maggior parte si trattava di piante grasse: avete mai visto il fiore della pianta delle 2 foto in basso a sinistra? Per me è stata la primissima volta! Mettendo da parte per un attimo le immagini turistiche che avrete modo di trovare ovunque, lascio spazio a quelle più curiose e particolari, come questi due segni di "cortesia" che ho avuto piacevolmente modo di incontrare a Suvereto verso due minoranze: le donne incinte ed i cani! Nel parcheggio (sempre in salita) il posto più vicino al centro era enorme e contornato di un bel rosa ad indicare che era riservato alle quasi o neo mamme, mentre poi ogni fontana del paese aveva in dotazione anche la ciotola per gli animali...un'accortezza che ho molto apprezzato, pur non avendone al seguito.
Ed ora qualcuno dei panorami che abbiamo potuto amirare durante le nostre gite: la rocca di Populonia con i suoi recentissimi scavi etruschi, il celeberrimo ed infinito viale che porta da San Guido a Bolgheri con i cipressi resi famosi dal Carducci, la vista su Elba e Corsica ed infine Campiglia Marittima.
Per la serie "animali", una ragnatela che brillava al sole non per l'umidità, ma per la polvere delle miniere si San Silvestro vicino a Campiglia Marittima, una raccolta di miniature di alabastro (l'unica cosa un po' turistica che ho trovato oltre a vino, olio e cibo) ed il geco comparso una sera vicino al nostro appartamento:
A Bolgheri (ma non solo) i negozi aprono con calma verso le 10.30-11.00, poi si chiude per la pausa pranzo fino alle 15.30 e poi si fa tardi la sera. Noi che siamo andati di mattina abbiamo trovato quasi tutto chiuso!!! Mi sono allora accontentata di immortalare la torcia fuori da un negozietto di decoupage, uno dei tanti numeri civici realizzati in terracotta a mo' di casetta con il tetto e la pasta colorata.
Per il rientro non potevamo azzeccare meglio il giorno: appena caricate le valigie in auto ecco com'è diventato il panorama...
Qualche giorno dopo, a casa, guardate con cosa si è presentato mio marito per il nostro quinto anniversario di matrimonio...
Pasticcini ed un mega mazzo di girasoli e rose: non è stupendo?

4 commenti:

  1. Ciao Moka, avrai passato sicuramente delle belle vacanze!!!
    Per il pancione tieni duro ancora un po'^_^
    Un abbraccio
    ROsa

    RispondiElimina
  2. Bellissime foto...bellissimi ricordi... anche io sono stata a Bolgheri: che fascino!!
    E che romantico il maritino...ebbene te le meriti proprio tutte queste attezioni dolcissima mammina!
    Il tempo scorre e il lieto evento...il momento più bello per una coppia che si ama sta per irrompere meravigliosamente ella vostra vita: per cui abbi cura del tuo pancione, di te, di voi!!!
    Ti abbraccio forte forte!!!
    Ti penso sempre...non dimenticarlo mai!

    RispondiElimina
  3. Ciao cara, è tanto che ti penso, non ti sento più dopo l'ultima mail della bella notizia.
    Come va? Fammi sapere.
    Bacioni
    marzia

    RispondiElimina
  4. che bellezza che posti, ti sarai rilassata tantissimo! bellissime le foto... veramente encomiabile l'iniziativa di Suvereto... Bravo il maritino che però non deve esagerare coi dolcetti!
    ^__^ Crudis

    RispondiElimina