IMPORTANTE!!

Spesso ricevo richieste di informazioni sulle mie creazioni attraverso i commenti, ma non mi lasciate un recapito a cui poter rispondere ed io non so come fare! Per raggiungermi ed avere la certezza di ricevere una mia rapidissima risposta, utilizzate il modulo contatti che si apre cliccando sull'icona del topolino Diddl con la corona in testa e la penna in mano: la trovate qui a sinistra nella sidebar! Grazie, vi aspetto!!



sabato 30 aprile 2016

La mia preistoria: astuccio portacucito da regalare, uno dei miei primissimi lavori (...e si vede!!)

 
Buongiorno! Come avete iniziato questo weekend? Io mi sono svegliata prima di tutti ed andando alla ricerca di qualche lavoro da postare mi sono imbattuta in queste vecchissime foto, risalenti credo ad almeno 7-8 anni fa e relative ad uno dei miei primissimi esperimenti di cucito...preistoria allo stato puro insomma!!
Volevo fare un regalino ad una ragazza che aveva frequentato con me il mio primo ed unico corso base di cucito ed ho pensato ad un libricino portacucito, o meglio, porta accessori per cucito.
Ho utilizzato delle stoffe che avevo in casa, ricavate da campionari che mi avevano regalato, perché ancora non avevo iniziato a passare le ore nei negozi di tessuti né immaginavo che per me il cucito sarebbe diventato quasi una droga!!
L'abbinamento grigio antracite ed azzurro turchese mi piace moltissimo tuttora, così come il semplicissimo ricamo a mano sulla copertina che con pochi punti e 3 bottoni disegnava dei fiorellini stilizzati, però vogliamo parlare dello sbieco?!? Povera me: devo averlo cucito e scucito almeno 4 volte perché davvero erano le primissime volte che usavo la macchina da cucire e non conoscevo nessunissima tecnica o trucchetto per svolgere un lavoro che oggi rifarei ad occhi chiusi, ma che allora mi è costato tanto sudore e fatica!!
 

Il libricino era chiuso da nastrini di raso azzurro e la pagina di copertina era leggermente imbottita. Aprendolo si trovava subito una bustina azzurra chiusa con un fiocco che passava dentro 2 occhielli sempre in tinta: lì ci ho messo il gesso da sarta, quello rettangolare.
 

Nelle pagine più interne ho invece messo degli spilli handmade...un altro lavoro dei primordi che vi devo spiegare: era il periodo in cui in rete vedevo tanti spilli abbelliti con le roselline di fimo...ecco, sappiate che se preparate dei bellissimi petali rossi, li avvolgete sulla capocchia dando loro un ritmo un po' asimmetrico, li rifinite con delle foglioline verdi alla base e poi li lasciate in forno più del dovuto...vi usciranno delle fantastiche MELANZANE, come le mie!! Purtroppo non avevo tempo di rifare le rose e così melanzane sono rimaste!
 
 
Fra i punti decorativi della macchina da cucire ho questo che adoro, tutto curvo come se disegnasse delle macchie di colore: sulla pagina bianca di pannolenci ho ricamato tutto il bordo con l'azzurro.
Nell'ultima pagina ho applicato un triangolo di stoffa (orlato!!) con un nastrino in cima: serviva per infilarci la forbicina da ricamo e fissarla con un fiocco.
Per richiamare il tema bucolico ho ricamato anche il volo di una farfallina, realizzata applicando delle perline tubolari azzurre e bianche.
 

Se ripenso alla gioia ed alla soddisfazione che ho provato quando ho consegnato quel regalino (per fortuna eravamo tutte principianti e quindi l'occhio non era clinico come il mio di adesso!) mi faccio tenerezza da sola: da quel giorno ne sono passati tantissimi altri davanti alla macchina da cucire e dentro all'ago sono scivolati km e km di filo...direi che i cambiamenti si vedono, e tanto!
Gli incidenti di percorso continuano a capitare, spesso mi ritrovo a dover scucire e ripartire da zero, a scoraggiarmi per un passaggio dimenticato o che non mi riesce come vorrei, ma di allora conservo inalterata la voglia di creare con le mie mani qualcosa di bello e particolare, la testardaggine di chi non vuole arrendersi di fronte all'ennesimo errore, la gioia nel rigirarmi fra le mani il lavoro completato, l'ansia nel momento della consegna e la soddisfazione di avere la conferma che ciò che realizzo piace...cucire mi fa stare bene e fra tutti i miei hobbies credo sia quello a cui sono più affezionata!!

martedì 26 aprile 2016

Il set asilo ambientato per Emmalaura: con il contrassegno della rana

 
Ecco un altro set che risale ormai a...non ricordo nemmeno più a quale anno!
Alla piccola Emmalaura (un nome particolarissimo che non avevo mai sentito, e voi?) è stato assegnato il contrassegno della rana e così la mamma mi ha chiesto di pensare a 2 set con questo animaletto come protagonista, ciascuno composto da bavaglino + asciugamano + sacchettino.
 

I colori richiesti erano quelli sui toni del rosa/fuxia/lilla, così per differenziare i 2 set ho utilizzato 2 fantasie diverse: per il primo la tinta unita e per l'altro i pois.
Non trovando fra i miei ricami una ranocchietta abbastanza simpatica, ho digitalizzato io un disegno trovato in rete e devo dire che mi piace un sacco!
Per i bavaglini mi è stata chiesta la lunetta salvagola di mia invenzione, per la quale di solito utilizzo del cotone bianco con i pois dello stesso colore dello sbieco, come in questo caso:

 
Lilla in tinta unita per l'asciugamano e lo stesso disegno:
 

Fra i 2 sacchettini l'altro è stato impostato col modello base "a fascia", mentre questo era "ambientato": con i diversi cotoni in tinta unita ho creato lo sfondo di uno stagno ed ho poi aggiunto una foglia di ninfea su cui posare la rana e le canne con qualche roccia in secondo piano.

 
Il mokacharm non poteva che essere nuovamente la ranocchia: mi fa una tenerezza!!
 
 
Il secondo set aveva gli sbiechi a pois, ma sempre lo stesso ricamo: sbieco fuxia per il bavaglino...
 
 
...rosa per l'asciugamano...
 

...ed infine lilla per il sacchettino:

 
Per non ripetermi, come mokacharm ho cucito un cuoricino patchwork che riprendesse tutti i colori del set e sul quale con un punto base della macchina ho scritto il nome della bimba.

 

domenica 24 aprile 2016

Se fuori piove...noi ci portiamo la Primavera in casa!!

 
Tanto per cambiare, anche questo è un weekend piovoso e noi non siamo ancora riusciti a farci una gita fuoriporta come vorremmo...ma ci siamo messi d'impegno ed abbiamo trovato lo stesso il modo di goderci un po' di atmosfera bucolica fra le 4 mura di casa!
Ieri abbiamo comprato un po' di impatiens per alcuni vasi che esporremo a Nord e stamattina appena alzati li volevamo subito interrare...ma fuori c'era un ventaccio...allora abbiamo liberato un po' di spazio all'interno ed abbiamo trasferito dentro tutto quanto: vasi, terra e piantine!
 
 
Immagino che più di qualcuno rabbrividirà ad una simile idea, ma che ci posso fare, io lavoro con i bambini dalla mattina alla sera ed ormai l'abitudine al "perché no?" è radicata in me!!
Mi spiego meglio: perché mai rischiare di prendersi un malanno lavorando fuori quando dentro si poteva stare in un ambiente molto più confortevole? Perché mai rinunciare a far partecipare le bimbe ad una simile esperienza? Solo perché poi ci sarebbe stata un po' di terra (asciutta) da spazzare in casa? O peggio ancora...solo perché "non si fa"?!?

 
Nonostante il tempaccio che ci ha impedito di fare una bella uscita in famiglia, abbiamo trovato lo stesso il modo di passare la mattinata facendo qualcosa tutti e 4 insieme, ed eravamo così impazienti di vedere il risultato finale che le bimbe non si sono nemmeno tolte il pigiama prima di iniziare!!
Trattandosi di piantine mooolto fragili (da qui il nome comune di "fiori di vetro"), io e mio marito abbiamo prima disposto i diversi colori (rosso, rosa, fuxia, bianco, screziato rosso, screziato fuxia, lilla, salmone) distribuendoli in modo equilibrato, mentre poi le bimbe, che nel frattempo con la scusa di ripulire la terra dalle radici delle coltivazioni precedenti l'hanno ben bene maneggiata, sono state le addette all'aggiunta della terra fra una piantina e l'altra:
 
 
Le cucciole si sono divertite tantissimo (da buona educatrice le ho abituate a giocare tanto con le mani ed i diversi materiali fin da prima che camminassero!) ed è stato davvero bello vedere come fossero concentrate ed impegnate a portare a termine il loro compito, colmando fino all'ultimo angolino di vaso senza spezzare nemmeno una fogliolina.
 

Ecco alla fine il nostro terrazzino tutto fiorito...direi che è valsa la pena di fare questa piccola trasgressione (mi piacerebbe conoscere la vostra opinione al proposito)!! Spero che le piantine sopportino bene l'esposizione totale a Nord e presto inizino a crescere formando delle belle macchie di colore. Non mancherò di aggiornarvi!


N.B: naturalmente alla fine del lavoro le bimbe sono finite dritte in doccia ed io ho lavato i pavimenti, 2 operazioni che mi sarebbero comunque toccate oggi!
 

sabato 23 aprile 2016

Il set asilo per Lorenzo Antonello: tanti simpatici animaletti ricamati!

 
Sono stata parecchio tempo lontana dal blog, fra l'estate 2013 e la primavera dell'anno scorso, quindi sono rimasti davvero tanti lavori, più o meno recenti, che non vi ho ancora fatto vedere...ma intendo recuperare!
La mamma di Lorenzo mi ha chiesto un set abbastanza corposo, composto da: sacchettino, 5 asciugamani e 3 bavaglini, con sbiechi in tinta unita e tutti con animaletti diversi.
 
 
Per i bavaglini abbiamo scelto il galletto, la tigre e la zebra, tutti in applique, inoltre trattandosi di un bimbo piccolo ho aggiunto le mie lunette salvagola "original Moka crea!", che ho ideato proprio pensando ai più piccini allo scopo di proteggere ulteriormente le magliette dalle sbrodolate più subdole...quelle che colano giù per il mento fino alla gola!!! Ricordo che comunque chiedo sempre la misura della circonferenza cranica del bimbo/a per regolare la lunghezza dell'elastico in modo che il bavaglino sia infilabile agevolmente, ma rimanga poi bello accollato.
 
 
Anche per i 5 asciugamani ho utilizzato 5 colori differenti (da maschietto) per gli sbiechi: arancione, rosso, verdino, giallo, azzurro; come animali abbiamo invece scelto cane, pinguino, leone, gufo ed orsetto. Avevano tutti l'appendino e la forma rettangolare standard.
 

Come vi spiegavo in uno dei post più recenti, ultimamente ho iniziato a proporre per gli asciugamani la forma quadrata perché mi piace di più la collocazione simmetrica del ricamo rispetto all'angolo: nella foto sopra potete vedere dove devo invece mettere il ricamo affinché risulti centrato ed "in bolla" (cioè orizzontale, dritto) quando l'asciugamano è appeso (foto sotto...che x inciso mi piace moltissimo!!!).

 
Il sacchettino aveva come protagonista il pesciolino (uno dei miei ricami preferiti) e lo sfondo azzurro acqua sembrava decisamente il più adatto!
 
 
Stesse stoffe e stessa forma per il mokacharm, con i dettagli di occhi e bocca cuciti da entrambi i lati ed il nome del bambino ricamato in verde con un punto base della macchina.
 

Per finire ecco il "riassunto" dei ricami applicati di tutto il set:


giovedì 21 aprile 2016

Da disegno a ricamo: i cuscini patchwork personalizzati per i nonni di Anna

 
Nel precedente post vi avevo anticipato grandi innovazioni...beh, non so se voi avreste utilizzato un simile parolone, ma per me è quello più adatto a descrivere uno dei miei ultimi lavori di ricamo a macchina!
Come vi accennavo, la mamma di Anna aveva adocchiato nel mio blog l'idea degli asciugamani regalo per la nonna ricamati con i disegni delle nipotine ed inizialmente mi aveva chiesto di realizzargliene uno...poi ci ha riflettuto un po' e mi ha chiesto se c'era modo di metterli invece sulla fodera di un cuscino per il divano ed io ho pensato: perché no?
 

Ho messo le mani avanti dicendo che con le cerniere non ho molta esperienza e proponendo per la chiusura una semplice sovrapposizione di tessuto (chiaramente orlato) sulla fascia centrale del retro: proposta accettata!
 
 
Mi è stata data la misura dei cuscini (42x42cm) e sulla base di quella avrei dovuto ricamare i disegni realizzati dalla piccola Anna e digitalizzati da me...ma volevo che venissero valorizzati ancora di più e che il lavoro fosse un po' più elaborato, così, chiesti i colori che meglio avrebbero potuto abbinarsi ai gusti ed ai divani dei nonni, ho aggiunto un po' di patchwork ed ho spostato le scritte sui bordi:

 
Vi faccio vedere il confronto fra il disegno originale ed il ricamo realizzato: preciso che avevo chiesto alla mamma di bloccare la bimba prima che aggiungesse i colori di riempimento e/o troppi particolari, ma di farsi comunque dire di che colori avrebbe volito i vestiti ed Anna aveva scelto rosso per la nonna, blu per il nonno ed i bordi tutti arcobaleno...come non accontentarla? Se ingrandite le foto noterete il dettaglio dei fili che virano colore!
 
 
Sistemati i primi due nonni, come fare torto all'altra? Ecco allora un secondo cuscino anche per l'altra nonna, che Anna chiama affettuosamente Din Din (sì, vi rassicuro sul fatto che nessuno è impazzito!!!).
L'impostazione del primo cuscino mi è piaciuta talmente tanto che l'ho mantenuta identica anche nel secondo: rettangolo centrale in tessuto di cotone...non so come descriverlo...direi quasi grezzo perché la trama è un po' a rilievo ed in evidenza, un po' come se fosse la tela di un quadro (volutamente), poi ho alternato le due stoffe positivo/negativo di cotone a pois giocando con l'alternanza dei colori anche nelle scritte.
 
 
In questo caso la bimba ha disegnato se stessa con la nonna sotto un grande arcobaleno: in queste cose io sono una "purista" e quindi lungi da me l'idea di raddrizzare le linee dell'arcobaleno o ritoccare qualunque altro particolare! D'altra parte il senso del lavoro era proprio quello di regalare un ricamo che potesse fermare nel tempo la tenerezza del tratto della bimba a questa età.
 

La mamma di Anna è rimasta molto molto contenta del risultato...tanto che mi ha già anticipato che ne vuole assolutamente uno anche per sé!!
Anche io sono rimasta veramente soddisfatta del lavoro e ringrazio ancora una volta chi mi ha stuzzicata fidandosi del mio estro creativo perché da oggi posso proporre fra le mie idee regalo anche questi cuscini!!
 

martedì 19 aprile 2016

Il secondo set per Anna: 3 coppie bavaglino/asciugamano ricamate e...qualche novità firmata Moka crea!

 
Per la piccola Anna in passato avevo già realizzato un intero set personalizzato che non vi ho ancora fatto vedere (ma rimedierò presto perché ne vale la pena!) ed infatti questo è il secondo che ho avuto l'onore di cucirle!
 
 
La richiesta iniziale era di 3 coppie bavaglino + asciugamano, ma poi la mamma, navigando fra le pagine del mio blog, si è fatta attirare anche dagli asciugamani personalizzati per la nonna delle mie bimbe ed insieme ne abbiamo tirato fuori un'idea innovativa...qui sotto solo una piccola anticipazione, perché vi spiegherò meglio nel prossimo post.

 
La prima coppia aveva come protagonista il granchietto, contrassegno di scuola della bimba, e lo sbieco verde a pois:
 

Nel secondo ho applicato lo sbieco azzurro a pois per creare l'idea del cielo in cui ho messo a svolazzare questo carinissimo angioletto:

 
Per l'ultimo invece mi è stato chiesto lo sbieco fuxia con fantasia rigata sul rosa, realizzato con le nuove stoffine che ho inaugurato in questi set per le mie cucciole, e come disegno una fatina sorridente:
 
 
Avrete notato la forma quadrata degli asciugamani: era da un po' che ci pensavo, perché mi infastidiva un po' il fatto che ad asciugamano piegato il ricamo non fosse disposto in modo simmetrico (mentre da appeso risaltasse benissimo e fosse perfettamente orizzontale e centrato)...sono delicata, lo so! Ho deciso allora di proporre la forma quadrata, che come superficie ha la stessa di quella rettangolare, ma che mi permette di avere il ricamo bello centrato nell'angolo!! Questo si nota ancora di più quando, come in questo caso, mi viene chiesto di ricamare nome e cognome, e di farlo sui due lati del disegno!
D'ora in poi la mia prima scelta sarà questo nuovo formato, ma se preferite restare su quello standard, la forma rettangolare resterà comunque sempre disponibile.
Vi lascio con il dettaglio dei ricami:


giovedì 14 aprile 2016

Regalo nascita per una femminuccia: il set asilo con gli uccellini per Rebecca


Rebecca ha già quasi 2 anni ed è la figlia di cari amici: come regalo per la sua nascita, sapendo che sarebbe stata iscritta al nido, uno dei miei set asilo personalizzati mi è sembrato d'obbligo!
Ho voluto scegliere un soggetto un po' diverso dal solito e rapita dagli uccellini adorabili di Federica ho deciso che avrei ricamato quelli.
Partendo dal pattern che lei aveva inserito in una rivista free online (grazieeee!!), ho digitalizzato il disegno in modo che diventasse un applique a macchina e l'ho replicato su tutti e 3 i pezzi del set: sacchettino, bavaglino ed asciugamano.
Come colore dominante ho utilizzato il beige a pois, alternato nel sacchettino patchwork ad un beige in tinta unita ed al lilla a pois: non è un colore che mi viene richiesto di solito, eppure io lo trovo così fine!!
Per i disegni sono rimasta sul tenue con il rosa ed il lilla a pois ed i loro corrispondenti con fondo bianco e pois colorati. Infine come Mokacharm ho attaccato un semplice cuore rosa con il nome della bimba ricamato con un punto macchina base.


Ecco nel dettaglio gli uccellini ricamati in applique:


I genitori di Rebecca sono rimasti molto colpiti dal regalo...tanto che, a distanza di 1 anno e mezzo, ho fatto il bis per la sorellina minore, battezzata da pochi giorni...ma di questo vi parlerò in uno dei prossimi post!
 

martedì 12 aprile 2016

Regalo per una nuova casa: la tovaglietta centrotavola con i gatti personalizzata


Ultimamente mi sono state fatte delle richieste che andavano oltre le mie proposte "classiche": una di queste mi ha portata ad ideare una tovaglietta centrotavola a tema felino.
L'occasione è stato il mio coinvolgimento creativo nell'escogitare un regalo per una famiglia giovane, in attesa della terza figlia, da consegnare in occasione dell'inaugurazione della nuova casa.
Gli unici dati che avevo erano l'amore della destinataria per i gatti e per l'handmade, la composizione della famiglia ed i colori dominanti della cucina: beige e verdino.
Assieme all'amica che me l'ha commissionata abbiamo deciso di fare un centrotavola (conoscevamo le misure del tavolo) con la base beige e diverse tonalità di verdino (per evitare di fissarci su una sola che poteva non essere quella corretta!) e come protagonista una famiglia di gatti, di diverse dimensioni come le differenti età dei componenti.
Come vedete siamo rimaste sullo spiritoso, scegliendo queste espressioni decisamente "pallate" che sicuramente descrivono bene i momenti salienti di una vita a 5!!


Il lato più dolce era espresso dalla scritta "Home Sweet Home!", applicata con la ricamatrice alternando le diverse stoffe:


Il risultato finale mi è piaciuto molto ed anche a committente e destinatari, quindi spero di poterne realizzare presto delle altre, magari con temi e colori differenti, ideati e progettati in modo che possano calzare a pennello nelle case di chi le riceverà.


lunedì 11 aprile 2016

Regalo nascita per un maschietto: il telo accappatoio per Christian con il bigliettino personalizzato


Di recente mi è stato chiesto di realizzare un altro dei miei teli accappatoio con l'orsetto, da regalare ad una futura mamma che ha già scelto il nome del suo bimbo: Christian. Assieme anche il bigliettino simile a quello realizzato per Noemi, ma ovviamente in versione maschile.
Ecco come ho confezionato il tutto: carta velina rigorosamente bianca per evitare eventuali macchie nel caso ci cadessero sopra delle gocce d'acqua e baker twine biancorosso fermato dal mio loghino...moderno ed essenziale come piace a me!


All'interno del pacchetto il telo accappatoio appendibile con l'orsetto in applique ed il nome del bimbo in evidenza nei toni del bluette:

 

Come le ultime volte ho deciso di foderare l'interno del cappuccio con uno strato di cotone bianco a pois azzurri in negativo rispetto a quello utilizzato per lo sbieco (azzurro a pois bianchi): questo rende perfettamente pulito il retro del ricamo ed impedisce che in qualche modo possa dar fastidio alla pelle delicata del piccolino.


Per completare il regalo personalizzandolo al 100% ho realizzato anche il bigliettino: fondo bianco con 2 quadranti azzurri, un tubicino di legno che simula l'appendiabiti dell'armadio ed una salopette (con la sua iniziale!) appesa con l'attaccapanni in filo di ferro...che si può mettere e togliere come nella realtà!! Nel rettangolo sotto ho embossato la scritta, che quindi risulta essere tracciata solo grazie al rilievo e non con l'utilizzo di inchiostri:


Dall'immagine sopra si vede come la gruccia non sia fissata all'appendiabiti e permetta quindi alla salopette di muoversi ed oscillare nelle diverse direzioni. Più sotto invece il dettaglio dell'interno, con un foglio azzurro fustellato con tante stelline da un lato e con i 2 piedini dall'altro:


Come ripeto spesso, la nascita di una nuova creatura è per me sempre fonte di grande emozione e sapere che una delle mie creazioni la accompagnerà fin dai suoi primi giorni di vita (e per diversi anni, vista la qualità dei materiali e la dimensione adatta anche a quando sarà più grande) mi riempie di orgoglio!

sabato 9 aprile 2016

Con i bambini anche l'occhio a tavola vuole la sua parte...2° round!

 
Buon sabato a tutti! Oggi un post superveloce per uno spunto che magari può tornare utile a qualche mamma come me: devo dire che fortunatamente non ho alcun problema a far mangiare la frutta alle mie bimbe, ma questa idea ha un doppio risvolto positivo.
In casa sono piena di bacchettine giapponesi, quelle che ti danno col sushi da asporto, ed in attesa di trovare qualche idea per riutilizzarle anche dal punto di vista creativo, nel frattempo ho pensato di sfruttarle in questo modo: facendo i "gelatini di frutta" o la "frutta a bastoncino" come li hanno soprannominati le gemelle.
Niente di strabiliante, basta tagliare la frutta ed infilzarla con bastoncino, ma se ci provate anche voi scoprirete che in questo modo acquista tutto un altro sapore...buonissimo!!!
 
 
Il vantaggio principale è quello di aiutare ad invogliare i bimbi a mangiare la frutta, ma nel caso di frutti particolarmente "sgocciolosi" o appiccicosi, ha anche il merito di evitare che scivolino dalle mani e che le imbrattino tutte coinvolgendo oltre alla tovaglia anche le maniche della felpa!
 

Provateci e fatemi sapere se avete notato la differenza!!

sabato 2 aprile 2016

Un'altra felpa recuperata con un po' di fantasia!


Nel post precedente vi ho fatto vedere come ho "risuscitato" la felpa di una delle mie bimbe...siccome ne ho 2, oggi non potevo che presentarvi il recupero della felpa dell'altra gemella!


Anche in questo caso la situazione era abbastanza disperata: una colata lunghissima che copriva tutta la tasca ed anche parte della cerniera, il punto più difficile su cui intervenire!


Una cliente affezionata mi aveva regalato tempo fa delle stoffine particolari di Calvin Klein ed una di queste faceva esattamente al caso mio, perché era iridescente sui toni dell'argento e viola: dato che non avevo il filo bordeaux come i ricami preesistenti, né la voglia di mettermi a ricamare così tanto a mano libera, ho dovuto cambiare tecnica e fare delle applicazioni alternate ad un ricamo col free motion.
Vedete che carina e luccicante la stoffina che ho utilizzato? Di meglio non avrei potuto trovare.


Il risultato non è molto omogeneo, anche perché è stato davvero impegnativo rincorrere la macchia in tutto il suo percorso, ma per tamponare ancora qualche settimana di scuola per noi è sufficiente e tutto sommato accettabile.